EsteticaManicureRicostruzione unghie

Aiuto, mi mangio le unghie!!!

Aiuto, mi mangio le unghie!!!

Aiuto! Mi mangio le unghie!

 

Avanti, confessa: tu non ti mangi le unghie… le divori! Poi muori d’invidia perchè le tue amiche hanno mani stupende con nail art da urlo… e allora torni a mangiarti le unghie con ancor più accanimento! Se ti capita davvero così, la soluzione è soltanto una: tagliarti le mani! Ovviamente stiamo scherzando, ma in questi casi bisogna essere davvero tenaci e puntare dritte all’obiettivo “unghie belle e sane”: dunque, vietato arrendersi!

Il termine scientifico con cui viene indicata la cattiva abitudine di rosicchiarsi le unghie è onicofagia. E’ un vizio di solito transitorio, esattamente come quello di mangiarsi le pellicine intorno alle unghie o mordersi le labbra, ma non va preso sottogamba in quanto spesso è indice di stress e disagio. Inoltre, può avere conseguenze anche non trascurabili come dolore, sanguinamento, infezioni di tipo batterico o virale, e così via; senza contare che le unghie mangiucchiate di solito fanno pensare a una persona con una scarsa autostima o ansiosa, dunque incapace di gestire lo stress.

Ovviamente il nostro scopo non è quello di indagare le cause di questo fastidioso problema (che vanno comunque sondate da medici e specialisti) ma quello di offrire una soluzione a chi vuole rimediare ai danni procurati alle proprie mani. Dal punto di vista estetico, si può fare ricorso alla ricostruzione unghie in gel, che è in grado di produrre ben due effetti positivi: il primo è che la persona, vedendo per la prima volta dopo tanto tempo il gradevole aspetto delle proprie unghie, sia disincentivata dal mangiarsele ancora rischiando di rovinare tutto; il secondo è il rafforzamento delle unghie stesse che, finalmente “lasciate in pace”, possono nel frattempo crescere e irrobustirsi.

A costo di sembrare ripetitive, vogliamo nuovamente porre l’accento su un concetto fondamentale: la ricostruzione delle unghie, soprattutto quando la base presenta dei problemi come per chi soffre di onicofagia, deve essere realizzata da professioniste dell’estetica, in grado di verificare l’effettivo stato di salute dell’unghia prima di effettuare l’intervento. Se hai qualche dubbio contattaci per fissare un appuntamento: insieme cercheremo di capire se la ricostruzione in gel è la soluzione più giusta per te.

Alternativa meno impegnativa alla ricostruzione è l’applicazione di uno smalto semipermanente, ma questo vale solo per chi non ha danneggiato il letto ungueale e magari ha solo indebolito la lamina di cheratina dell’unghia. Attenzione però alla scelta degli smalti, che devono essere assolutamente innocui per la salute delle unghie.

Infine, un consiglio valido per tutte (anche quelle di noi che non soffrono di onicofagia). La sera, prima di dormire, applicate una buona crema mani-unghie a base di burro di karitè oppure preparate una lozione con olio d’oliva e succo di limone: sarà il vostro segreto di bellezza per mani da diva del red carpet!

Nails & Beauty di Flavia Grassotti

Via Matteotti 84/E Reggiolo (RE)

Tel. 0522-971686  Cell. 393-1006465

Lascia un commento